San Gregorio Treviso

Duo Ligresti / Barutti (violino e violoncello)

Enzo Ligresti, docente di ruolo presso il Conservatorio di Musica “Arrigo Pedrollo” di Vicenza, svolge intensa attività concertistica come solista e in formazioni cameristiche (duo, trio e quartetto) e suona nell’orchestra “I Solisti Veneti”, anche in qualità di solista.
Giuseppe Barutti, primo violoncello dell’Orchestra da Camera “I Solisti Veneti”, con cui si è esibito nelle più prestigiose sale in tutto il mondo.

I musicisti suoneranno preziosi strumenti del liutaio trevigiano Franco Simeoni.

ligresti-barutti-duo

Programma

A. Vivaldi
Sonata n.5 in si minore (andante – corrente – giga)

N. Paganini
Capricci0 n.13 la risata
> violino solo

G. F. Händel
Sonata in la maggiore (adagio – allegro – largo – allegro)

J. S. Bach
Suite n.1 in sol maggiore per violoncello (preludio – allemanda – corrente – sarabanda – minuetti – giga)
> violoncello solo

P. D. Paradisi
Toccata

G. F. Händel – J. Halvorsen
Passacaglia per violino e violoncello

Enzo Ligresti
Enzo Ligresti si è diplomato nel 1989 al Conservatorio “Benedetto Marcello” di Venezia sotto la guida di Aldo Nardo con il massimo dei voti. Nel 1991 ha conseguito presso l’Accademia Internazionale Superiore di Musica di Biella, il relativo diploma sotto la guida di Corrado Romano con esito di “Eccellente con menzione speciale”. Successivamente sempre con Corrado Romano ha frequentato il Conservatorio di Ginevra e nel 1994 si aggiudica il Primo Premio di “Virtuosité” con menzione speciale. Successivamente si è perfezionato con Giuliano Carmignola e ha frequentato l’Accademia “Stauffer” di Cremona con Salvatore Accardo. Premiato in numerosi concorsi nazionali ed internazionali, ha effettuato diverse registrazioni discografiche, collaborando anche con il Maestro Aldo Ciccolini, alcune delle quali prime registrazioni mondiali.
Attualmente è docente di ruolo presso il Conservatorio di Musica ” Arrigo Pedrollo” di Vicenza. Svolge intensa attività concertistica come solista e in formazioni cameristiche (Duo-Trio e Quartetto) sempre con grande consenso di pubblico e stampa. Collabora con l’orchestra dei “Solisti Veneti”,con cui ha svolto intensa attività concertistica, anche in ruoli solistici. È membro fondatore e primo violino del Quartetto Archimede, collaborando con affermati musicisti di varia nazionalità, tra i quali Rocco Filippini, Bruno Canino, Maxence Larrieu, ecc.
Dicono di lui:
– “…Enzo Ligresti si è subito imposto alla mia attenzione per le sue non comuni doti di musicista e di virtuoso…La sua esperienza derivata dalla assidua attività concertistica ne fanno un musicista completo” Aldo Ciccolini;
– “Le esecuzioni di Enzo Ligresti si sono sempre dimostrate di altissimo livello tecnico e artistico” Claudio Scimone.

Giuseppe Barutti
Violoncellista veneziano tra i più talentuosi e raffinati interpreti italiani, si è diplomato con il massimo dei votie la lode al Conservatorio “Benedetto Marcello” di Venezia sotto la guida del M° Adriano Vendramelli.
Ha svolto un’intensa attività cameristica a fianco di musicisti quali Salvatore Accardo, Bruno Giuranna, Dejan Bogdanovich, Kostantin Bogino, PAvel Vernikov, Bruno Canino, Roni Rogoff, Alain Maunier e Rocco Filippini suonando nei festival più prestigiosi del mondo.
Per il Gran Teatro “La Fenice” di Venezia ha inciso l’integrale della musica da camera di Johannes Brahms riscuotendo un considerevole successo di pubblico e critica.
Ha ricoperto inoltre il ruolo di Primo Violoncello nell’Orchestra Filarmonica della Scala di Milano e, a solo ventun’anni, nell’Orchestra del Gran Teatro la Fenice di Venezia.
Fondamentali nella sua formazione sono stati gli incontri e l’intimo rapporto artistico avuti in gioventù con il grande direttore Sergiu Celibidache e con violoncellista del Quartetto Italiano Franco Rossi: il primo per l’approccio fenomenologico alla musica fondato sostanzialmente sull’importanza della struttura e il secondo per il culto del suono.
Dal 2001 è, assieme a Gianantonio Viero, Primo Violoncello dell’orchestra da camera “I Solisti Veneti” di Claudio Scimone, considerata dalla critica internazionale fra i più rappresentativi complessi musicali italiani, vero e proprio punto di riferimento mondiale per la musica barocca di scuola tipicamente veneziana ed europea. Con questa formazione ha suonato come solista nelle sale più prestigiose del mondo come il Wiener Muiskverein, la Philarmonie di Berlino, il Teatro alla Scala di Milano, la Salle Gaveau di Parigi, la Sala Simon Bolivar e il Teatro Carreno di Caracas, il Teatro Nazionale di Riga, il Teatro dell’Opera di Praga, la Tokyo Suntory Hall, la Tokyo Opera Hall, la Gulbekian Musichall di Lisbona, Center of Performing di Tel Aviv, il Jerusalem Theatre e molte altre.

Franco Simeoni
Franco Simeoni è nato a Treviso nel 1958.
Dopo aver conseguito la maturità scientifica, ha lavorato nella bottega del liutaio Fabrizio Reginato, nei pressi di Asolo dove ha iniziato “a bottega” il suo primo apprendistato soprattutto nella costruzione di strumenti rinascimentali e barocchi, in gran parte commissionati dalla “Schola Cantorum” di Basilea.
Tre anni dopo, si è recato a Cremona per lo studio specifico del violino che si stava dimostrando essere il più interessante per lui, collaborando con il liutaio Gregg Alf, e molti altri attivi a Cremona in quel periodo.
Dedica molto tempo allo studio dei violini antichi delle varie scuole, recandosi spesso all’estero dove collabora con molti liutai, tra cui H. Kessler di Stoccarda, K. Grunke di Bubenroit, C. Beare di Londra.
E’ socio fondatore dell’ Associazione “Le lutiers du monde” a cui fanno capo alcuni liutai e archettai tra i più conosciuti a livello mondiale.
Contemporaneamente alla costruzione di strumenti barocchi e moderni, si è dedicato al restauro e alla messa a punto di strumenti antichi, per conto di diversi musicisti tra cui M. Flaksman, G. Carmignola, P. Vernikov, D. Bogdanovich, e diversi enti e fondazioni musicali.
E’ stato per molti anni liutaio dei corsi di perfezionamento di Portogruaro, e inviato a molti altri corsi e convegni.
E’ da alcuni anni perito presso la Camera di Commercio di Treviso, in qualità di esperto in liuteria.
Di recente, ha eseguito, per conto del Comune di Castelfranco Veneto, il restauro conservativo di un’intera collezione di strumenti musicali.
Attualmente, concentra la sua attivita’ di ricerca nell’ambito delle vernici utilizzate nel periodo della liuteria classica, mentre la sua attivita’ di liutaio predilige la costruzione di strumenti con montatura barocca.

INGRESSO RESPONSABILE

Iscritivi alla nostra newsletter

Verrai informato sugli eventi nella Chiesa di San Gregorio

Lascia un commento

Per favore rispondi alla domanda qui sotto (serve ad evitare lo spam) * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.